Bando PRIN 2022

L’edizione 2022 del bando PRIN apre al possibile coinvolgimento di organismi di ricerca nazionali (nel numero massimo di uno per progetto) esplicitato mediante previsione di una sub-unità di ricerca all’interno dell’unità di ricerca del PI. Il rapporto tra l’Ateneo del PI e l’organismo di ricerca coinvolto come sub-unità deve essere disciplinato da un contratto o convenzione. INSTM ha già con gli Atenei consorziati le convenzioni quadro che prevedono la possibilità di svolgere progetti di comune interesse con apporto reciproco di risorse e la condivisione della proprietà dei risultati ottenuti nella realizzazione dei progetti a cui entrambe le parti hanno contribuito.

Il Bando PRIN 2022 prevede che nel caso di coinvolgimento di organismi di ricerca pubblici, in regime di condivisione della proprietà dei risultati, il costo riconosciuto come ammissibile per la sub-unità possa essere considerato come semplice “trasferimento” di somme da ente pubblico ad altro ente pubblico, senza necessità di emissione di fattura. Questo rende di fatto più agevole per il PI il coinvolgimento e la gestione di sub-unità INSTM.

I costi della sub-unità sono da inserire nella voce “D) Servizi di consulenza e simili” come da indicazioni di cui a pagg. 9 e 10 dell’Allegato 2 “Criteri per la determinazione dei costi”. La sub-unità può imputare al progetto esclusivamente costi inerenti le seguenti voci di spesa:

  • A.2.1. – spese per personale appositamente da reclutare (con esclusione di borse di studio, co.co.co., co.co.pro, quindi prevedendo contratti di lavoro subordinato per ricercatori a tempo determinato da attivare secondo il regolamento INSTM e mediante avvisi di reclutamento gestiti con le modalità e secondo le tempistiche INSTM).
  • B – spese generali (60% dei costi esposti alla voce A.2.1);
  • C- spese per attrezzature, strumentazioni e prodotti software;
  • D- spese per servizi di consulenza e simili;
  • E- spese per altri costi di esercizio (materie prime, consumabili, ec…);


Qualora riteniate opportuno coinvolgere sub-Unità INSTM nei progetti in preparazione, la struttura amministrativa del Consorzio sarà a vostra disposizione per l’eventuale supporto necessario.

Scarica il DD n.104 del 02/02/2022 e l'Allegato 2.

© 2013-2022 - Consorzio Interuniversitario Nazionale per la Scienza e Tecnologia dei Materiali