Università di Firenze: banditi tre assegni di ricerca

Tre posizioni di assegno di ricerca sono state bandite presso il Dipartimento di Chimica Ugo Schiff dell'Università degli Studi di Firenze:

  • Assegno di ricerca "Risonanza magnetica risolta nel tempo per studiare eventi dinamici in sistemi biologici e biotrasformazioni" di durata annuale.
    Le attività dell'assegno verranno condotte presso il Centro di Risonanze Magnetiche, sotto la supervisione scientifica del Prof. Enrico Ravera, e prevedono collaborazione con il DISTAL dell’Alma Mater Università degli Studi di Bologna e con il Dipartimento di Farmacia dell’Università degli Studi di Napoli Federico II, nonché collaborazioni nazionali e internazionali. Lo scopo della ricerca è lo sviluppo di metodi numerici per la separazione degli spettri NMR di miscele complesse nelle loro componenti.
  • Assegno di ricerca "Risonanza magnetica risolta nel tempo per studiare eventi dinamici in sistemi biologici e biotrasformazioni" di 18 mesi di durata.
    Le attività dell'assegno verranno condotte presso il Centro di Risonanze Magnetiche, sotto la supervisione scientifica del Prof. Enrico Ravera, e prevedono collaborazione con il Dipartimento di Chimica dell’Università degli Studi di Torino, nonché collaborazioni nazionali e internazionali. Lo scopo della ricerca è la preparazione e la caratterizzazione di cristalli molecolari e lo studio delle loro interazioni con i precursori solubili di ossidi inorganici come silice e titania.
  • Assegno di ricerca "Risonanza magnetica risolta nel tempo per studiare eventi dinamici in sistemi biologici e biotrasformazioni" della durata di 18 mesi.
    Le attività dell'assegno verranno condotte presso il Centro di Risonanze Magnetiche, sotto la supervisione scientifica del Prof. Enrico Ravera, e prevedono collaborazione con il Dipartimento di Chimica dell’Università degli Studi di Torino, nonché collaborazioni nazionali e internazionali. Lo scopo della ricerca è lo studio mediante metodi computazionali (classici e quantistici) della trasformazione dei precursori solubili in ossidi inorganici come silice e titania in presenza di molecole e macromolecole biologiche.

I candidati dovranno essere in possesso di laurea specialistica/magistrale o vecchio ordinamento in Chimica, Fisica, Biologia, Farmacia e Farmacia Industriale, Biotecnologie (Industriali o Mediche, Veterinarie e Farmaceutiche) o Scienza del Materiali, e in possesso di idoneo documentato curriculum scientifico-professionale nell'area scientifica connessa all'attività di ricerca oggetto della collaborazione.

Ulteriori informazioni sulle posizioni sono disponibili al link https://stlabtest.dinfo.unifi.it/beta/akademia-candidature/.

La scadenza per la presentazione della domande è fissata alle ore 13.00 del 23 gennaio 2023 (CET).

Per ulteriori informazioni, rivolgersi al Prof. Enrico Ravera.

© 2013-2024 - Consorzio Interuniversitario Nazionale per la Scienza e Tecnologia dei Materiali