Rifiuti: i progetti innovativi per la transizione ecologica proposti dalle utilities del centro Italia

La Regione Toscana sta vivendo un periodo di grande trasformazione con il nuovo “Piano regionale dell’Economia Circolare”, presentato dall’assessora all’Ambiente Monia Monni, che entrerà nella fase operativa entro la fine del 2022. A quasi otto mesi di distanza dall’approvazione dell’avviso pubblico esplorativo per la “manifestazione di interesse alla realizzazione di impianti di recupero/riciclo rifiuti urbani e/o rifiuti derivati dal trattamento degli urbani”, è già possibile parlare degli scenari futuri partendo dai progetti presentati.

A seguito dell'avviso, infatti, sono pervenute alla Regione Toscana 41 manifestazioni di interesse sia da parte dei gestori pubblici del servizio che di altri soggetti privati. Ben 39, diversificate in termini di tipologie impiantistiche, sono risultate coerenti con le indicazioni dell’avviso.

Numerosi di questi progetti coinvolgono società e centri di ricerca che fanno parte del contratto di rete Aires. Ecomondo 2022 è l’occasione per i primi approfondimenti, attraverso un digital talk, che si svolgerà presso lo stand di Estra e sarà visibile in diretta streaming su Ricicla.Tv, (giovedì 10 novembre ora 11,30) con i protagonisti dei processi innovativi nel settore e il raccordo con i mutati scenari internazionali sul fronte dell’energia e delle materie prime.

Aires avrà il piacere di ospitare da remoto, per i saluti, proprio l’Assessora all’Ambiente della Regione Toscana Monia Monni.

Seguirà una tavola rotonda con Massimo Aiello, presidente di Aires, e numerosi ospiti che parleranno dei progetti presentati alla manifestazione di interesse dalla regione e egli scenari per biometano e idrogeno verde
Proprio Paolo Abati, Direttore Generale di Estra parlerà dei possibili sviluppi del mercato dell’energia in un momento particolarmente difficile per approvvigionamenti e costi, soffermandosi su idrogeno e biogas.

Alessandro Fabbrini, Presidente di Sienambiente e di Sei Toscana, società capofila di Aires, parlerà del revamping con tecnologie innovative dell’impianto di Asciano (Siena) per la selezione di multimateriale, carta e cartone, digestione anaerobica, Forsu.

Alessandro Canovai, Direttore Operativo Centrale di Alia Servizi Ambientali presenterà l’innovativa proposta dei distretti circolari e la tecnologia “waste-to-chemicals” che consentirà di rinunciare alla costruzione in Toscana di nuovi termovalorizzatori.

Sulla stessa linea gli interventi di Leonello Trivelli, Responsabile del Settore Innovazione di Scapigliato (selezione manuale e meccanica multimateriale, carta, cartone, plastica, sopravaglio da selezione meccanica indifferenziato dell’impianto di Rosignano Marittimo), Stefano Ricci, responsabile impianto di compostaggio di Acea Ambiente (potenziamento dell’impianto integrato di digestione anaerobica e compostaggio di Monterotondo Marittimo).

Andrea Caneschi, Direttore del Consorzio INSTM, collegato da remoto, parlerà di come l’innovazione rivoluzionerà in pochi anni tutto il settore.

Chiudono il digital talk Cristiano Nicolella, direttore di Cptm - Polo Magona, che parlerà della partecipazione alla manifestazione di interesse sull’Idrogeno Verde della Regione Toscana e Paolo Cenderelli Ad di Ekovision, che presenta le nuove tecnologie di supporto per gli adempimenti Arera Qtrif in vigore dal gennaio 2023.

Il digital talk di Aires è un evento ibrido che si può seguire in presenza a Ecomondo (stand Estra numero 179 padiglione B3) oppure in diretta streaming sulla piattaforma web di Ricicla.Tv e sui suoi canali social.

Ecomondo è la manifestazione fieristica di riferimento in Italia e tra le più rappresentative in Europa per la transizione ecologica e i nuovi modelli di economia circolare. Ricicla.Tv è l'emittente televisiva specializzata nella Bioeconomia Circolare e media partner di Ecomondo.

Aires è, il primo contratto di rete italiano costituito per incrociare ricerca e ricerca applicata con le necessità delle imprese del settore dell’energia e del riciclo dei rifiuti. Aires (Ambiente, Energia, Innovazione, Ricerca e Sviluppo) è un network che unisce, nella forma di contratto di rete, numerose utilities italiane con centri Universitari, Consorzi e Poli di Ricerca. Ne fanno parte: Sei Toscana (società capofila), Acea Ambiente, Alia Servizi Ambientali , Asev, Confservizi Cispel Toscana, Consorzio Polo Tecnologico Magona, Creaf (Centro Universitario Interdipartimentale di Ricerca European Affairs), Csai (Centro Servizi Ambiente Impianti), Esa (Ecologia Soluzione Ambiente), Ekovision, Estra, Instm (Consorzio Interuniversitario Nazionale per la Scienza e Tecnologia dei Materiali), Reti Ambiente, Scapigliato, Sienambiente, Ssip (Stazione Sperimentale per l’Industria delle Pelli e delle materie concianti), Tiemme.
Aires si propone di promuovere iniziative e progetti comuni in materia di energia e ambiente, trattamento innovativo dei rifiuti, decarbonizzazione per contrastare gli effetti dei cambiamenti climatici e promuovere un approccio basato sullo sviluppo sostenibile.

© 2013-2022 - Consorzio Interuniversitario Nazionale per la Scienza e Tecnologia dei Materiali