Lutto per la scomparsa della prof. Federica Chiellini

Ci ha lasciati, dopo aver lottato a lungo contro una terribile malattia, la professoressa Federica Chiellini, docente di Chimica Industriale al Dipartimento di Chimica e Chimica Industriale dell’Università di Pisa, nonché membro attivo di INSTM, per il quale ricopriva le cariche di coordinatrice del Centro di Eccellenza BIOlab (Laboratorio di Materiali Polimerici Bioattivi per Applicazioni Biomediche ed Ambientali) e di rappresentante di sede dell'Università di Pisa, all’interno del Consiglio Direttivo.

La scomparsa di Federica Chiellini ci coglie all’improvviso e segue, tragicamente, quella del padre, Emo Chiellini, che ci ha lasciati a sua volta lo scorso agosto.

Il Direttore, il Presidente e tutto il gruppo di lavoro INSTM sono profondamente scossi e addolorati e si stringono nuovamente attorno alla famiglia di Federica, alla quale esprimono vicinanza in occasione di questo grave lutto.

Ricorderemo Federica Chiellini come una ricercatrice umanamente e scientificamente entusiasta e appassionata, una persona molto corretta, affidabile e schiva, che lascia un grande vuoto sia in INSTM sia nell’ateneo pisano ma che - ne siamo certi - sarà una figura ispiratrice per i suoi successori.

Chi era Federica Chiellini – Dopo aver conseguito, nel 1994, la laurea in Scienze Biologiche all’Università di Pisa, lavora per alcuni anni come ricercatrice borsista INSTM presso il Dipartimento di Chimica e Chimica Industriale dell’ateneo toscano prima di ottenere nel 2001 il titolo di Dottore di Ricerca in Biomateriali all’Università di Trento. Ritorna all’Università di Pisa dove, nell’ambito di progetti finanziati dalla Comunità Europea, è, dal 2004 al 2006, Ricercatrice Senior e, dal 2006 al 2007, Ricercatrice INSTM. Dal 2007 al 2014 è Assistant Professor in Chimica Industriale. Nel 2015 è nominata Professore Associato, sempre nel medesimo campo di indagine.

Nel corso della sua carriera non sono mancate esperienze all’estero. È stata, ad esempio, ospite presso il Dipartimento di Biochimica dell’Università di Ghent, in Belgio, ed i Dipartimenti di Scienze ed Ingegneria dei Materiali e di Ingegneria Chimica della Cornell University, negli Stati Uniti.
La sua attività di ricerca è stata incentrata principalmente sulla Scienza dei biomateriali, con particolare riferimento ai materiali polimerici per applicazioni biomediche. Ha partecipato a numerosi progetti di ricerca finanziati in ambito nazionale e internazionale, anche come coordinatrice INSTM, e, come già menzionato, era attualmente Direttore del Centro di Eccellenza INSTM BIOlab (Laboratorio di Materiali Polimerici Bioattivi per Applicazioni Biomediche ed Ambientali). Ha pubblicato, come autrice e co-autrice, oltre 200 articoli su riviste internazionali

© 2013-2021 - Consorzio Interuniversitario Nazionale per la Scienza e Tecnologia dei Materiali