INSTM si candida a partecipare al Centro Nazionale di Alta Tecnologia per l’Idrogeno

INSTM ha presentato la propria candidatura per partecipare al Centro Nazionale di Alta Tecnologia per l’Idrogeno in via di costituzione da parte della Regione Siciliana. Questa manifestazione di interesse è il primo passo e la diretta conseguenza della mappatura delle competenze nella filiera dell’idrogeno che INSTM sta portando avanti tra i propri afferenti.

La costituzione di un Centro Nazionale di Alta Tecnologia per l’Idrogeno è finalizzata ad attivare un programma di interventi per la produzione, distribuzione e utilizzo dell’idrogeno in grado di promuovere la Sicilia quale hub energetico di valenza nazionale ed europea. Saranno coinvolte Università, centri di ricerca, imprese, enti territoriali, nonché altri enti ed associazioni operanti in questo campo e in grado di promuovere investimenti in ricerca e sviluppo, produzione, distribuzione e utilizzo dell’idrogeno come vettore energetico, combustibile e componente di processi industriali, funzionale anche alla riduzione di emissioni di anidride carbonica in atmosfera.

Il Centro costituirà un ulteriore tassello a sostegno delle policy regionali per il rilancio dell’economia siciliana e, grazie all’integrazione con altri hub regionali, nazionali e internazionali, porterà alla costruzione di una rete sempre più pervasiva di relazioni, attività di ricerca e investimenti, in grado di diffondere l’utilizzo dell’idrogeno su scala mondiale.

La Regione Siciliana, inoltre, nel rispetto delle esigenze di dialogo e confronto, si avvarrà di consultazione pubblica, promuoverà un calendario di incontri finalizzato a raccogliere l’opinione, le proposte e la vision degli stakeholders siciliani. Il calendario, pubblicato sul portale della Regione Siciliana, senza carattere di esclusività e di esaustività, rappresenterà un ulteriore strumento di confronto mirato sulle opportunità e le prospettive di breve/medio periodo che offrano le policy al servizio di un’economia decarbonizzata.

Le candidature acquisite (tra cui anche quella di INSTM) andranno a formare due Long list sinergiche di soggetti operanti nel territorio dell’Unione europea, rispettivamente pubblici e privati, interessati alla costituzione del “Centro Nazionale di Alta Tecnologia per l’Idrogeno” con sede principale in Sicilia e sedi operative distribuite in ambito nazionale.

I soggetti proponenti dovranno dimostrare lo specifico interesse nel settore, le competenze possedute e le attività in essere che supportano la candidatura. Nello specifico, INSTM si propone come un soggetto con chiara e dimostrata capacità di promuovere lo sviluppo della ricerca e tecnologia in Italia nel settore della scienza e tecnologia dei materiali in generale e, in particolare nella filiera dell’idrogeno, offrendo la propria abilità a costituire velocemente network, ad agire da interfaccia con il mondo industriale, e a promuovere la cooperazione e approcci multi- e interdisciplinari. La partecipazione di INSTM al Centro Nazionale Alta Tecnologia per l’Idrogeno apporterebbe i seguenti benefici:

  • un network consolidato di relazioni con Università, centri ed istituzioni di ricerca, industrie a livello italiano ed internazionale, che sia di supporto ai centri di ricerca operanti nella Regione Siciliana, ed in particolare alle Università Siciliane parte del Consorzio;
  • la presenza di uno specifico progetto strategico INSTM di Scienza e Tecnologia dei Materiali per la filiera dell'idrogeno (PSI-H2) che può operare in sinergia con le attività del Centro per catalizzarne le operazioni soprattutto in fase di avvio;
  • una consolidata presenza nella Regione Siciliana di attività di ricerca e sviluppo nell’ambito di vari progetti di ricerca, da europei a nazionali ed industriali, sulla filiera dell’H2 condotte in stretta sinergia con le Università della Sicilia, rappresentando, quindi, una ben consolidata ed esistente piattaforma regionale che può costituire una solida base di sviluppo del Centro stesso.

© 2013-2021 - Consorzio Interuniversitario Nazionale per la Scienza e Tecnologia dei Materiali