Agrimax, un impatto positivo sul problema dello spreco alimentare in Europa

Dopo cinque anni, Agrimax, il progetto Bio-Based Industries Joint Undertaking che vede tra i partner INSTM, è giunto al termine. Il progetto ha dimostrato con successo come gli inevitabili rifiuti delle colture e della trasformazione alimentare possano essere trasformati in molteplici prodotti biologici di alto valore per i settori degli ingredienti alimentari, degli imballaggi alimentari e dell'agricoltura, grazie anche a due impianti pilota innovativi costruiti in Spagna e in Italia.

Dagli agricoltori ai consumatori, grandi quantità di rifiuti agricoli e alimentari vengono generati lungo l'intera catena di approvvigionamento. Circa un terzo di tutto il cibo prodotto a livello globale viene sprecato ogni anno. Solo in Europa vengono generati ogni anno circa 90 milioni di tonnellate di rifiuti alimentari e 700 milioni di tonnellate di rifiuti agricoli.

L'impianto pilota italiano ha sede presso l'azienda agricola a conduzione familiare Chiesa Virginio EC nel Nord Italia e processa gli scarti di pomodori e cereali per produrre composti a base biologica come licopene, acido ferulico, cutina e hydrocompost. L'impianto pilota spagnolo, con sede presso l'azienda di trasformazione della frutta Indulleida, utilizza invece gli scarti di olive, pomodori, cereali e patate per produrre polifenoli, fibre, proteine e aromi.

Ma Agrimax non si è limitato a questo. Ha anche sviluppato una piattaforma online per coordinare e gestire la fornitura di materie prime regionali presso gli impianti pilota. Questo, e il fatto che gli impianti sono progettate per accettare più materie prime da diverse colture, aiuterà a superare le fluttuazioni stagionali e locali e garantire che gli impianti pilota funzionino durante tutto l'anno. Per il lungo termine, il progetto ha proposto un modello di business su misura di proprietà cooperativa per ciascuno degli impianti pilota.

"Agrimax - ha dichiarato Philippe Mengal, direttore esecutivo, Bio-based Industries Joint Undertaking - ha fatto la differenza nell'affrontare l'enorme problema dello spreco alimentare in Europa, ha aperto nuovi mercati, costruito una domanda di prodotti a base biologica e contribuito a creare una crescita economica sostenibile e posti di lavoro rurali".

Approfondimanti: sito web e video Youtube.

© 2013-2021 - Consorzio Interuniversitario Nazionale per la Scienza e Tecnologia dei Materiali