Accordo INSTM/Acea: possibilità di inserire Acea nei partenariati

In attuazione dell’Accordo Quadro sottoscritto da Acea e INSTM per lo sviluppo di nuovi materiali e l’applicazione di tecnologie innovative per la gestione sostenibile delle materie prime e delle risorse energetiche e il riuso e il riciclo dei prodotti a fine vita secondo le logiche di economia circolare, c’è la possibilità per gli afferenti INSTM di inserire Acea nei partenariati di progetti che richiedono la collaborazione con le imprese.

Acea è una società quotata presso il Mercato Telematico Azionario gestito da Borsa Italiana SpA. Si tratta di una holding di un gruppo industriale attivo, tra le altre cose, nel campo della produzione, distribuzione e vendita di energia, della gestione di servizi idrici integrati, incluse tutte le attività ad essi connesse, nonché nella gestione di servizi ambientali, di trattamento e smaltimento di rifiuti. In particolare, Acea Elabori è una società di servizi che si occupa di trasferimento tecnologico e ricerca applicata nei settori della gestione idrica e dell’ambiente. Il Gruppo Acea è quindi il partner ideale per l’avvio di collaborazioni nei settori dell’economia circolare con il mondo accademico, di cui INSTM è esponente di spicco su tutto il territorio nazionale.

L’accordo tra INSTM e ACEA ha come scopo sviluppare e investire nella ricerca su materiali, sostanze chimiche, processi, tecnologie per ridurre la dipendenza dalle scarse risorse naturali e arrivare a una loro gestione sostenibile, generando nuovi flussi di reddito, con benefici per le persone e l'ambiente. In questo modo, si getteranno le basi per una autentica economia circolare basata su ecosistemi industriali innovativi e resilienti ma competitivi. Gli ambiti d’intervento sono, per fare alcuni esempi, la progettazione di materiali innovativi, la produzione e i processi relativi a questi materiali, il riciclo di materie e sostanze da prodotti di scarto ai materiali per remediation ambientale, la caratterizzazione di materiali e di processi e alle tecnologie innovative di produzione e riciclo materiali.

Maggiori informazioni qui.

© 2013-2022 - Consorzio Interuniversitario Nazionale per la Scienza e Tecnologia dei Materiali