Entra nella rete INSTM l’Ateneo di Chieti-Pescara

L’Università degli Studi di Chieti-Pescara “Gabriele d’Annunzio” è entrata a far parte della rete di INSTM. Con questa nuova adesione salgono a 50 gli Atenei afferenti al Consorzio.

Le origini dell’Università di Chieti-Pescara sono da fa risalire alla nascita, nel 1960, del Consorzio Universitario Abruzzese, alla quale seguì, un anno dopo, l’inaugurazione delle facoltà di lettere e filosofia e, a seguire, dei corsi di economia e commercio e di lingue e letterature straniere. Nel 1965, il Ministro della pubblica istruzione raccoglie la richiesta di istituzione di una Libera Università Abruzzese degli Studi, intitolata a Gabriele d'Annunzio, firmando il decreto che ne sancisce la nascita. Nel 1982, la Libera Università diventa statale e si farà chiamare Università degli Studi “G. d'Annunzio”. Gli anni successivi vedono una crescita dell’ateneo dannunziano con la nascita del Museo di Storia delle Scienze Biomediche e l'inaugurazione del Presidio Ospedaliero Clinicizzato di Madonna delle Piane. Vengono inaugurate nuove facoltà che porteranno alla realizzazione di un nuovo polo didattico a Pescara. Saranno inoltre inaugurati la Fondazione Università d'Annunzio e il Centro di Scienze per l'Invecchiamento (CeSI), che assume presto notevole valenza nazionale per essere uno dei venti centri di eccellenza di ricerca biomedica selezionati e finanziati dal MIUR.

Attualmente l’Università di Chieti-Pescara conta 2 Scuole e 13 Dipartimenti, tra cui quelli di Ingegneria e Geologia e di Farmacia.

Il rappresentante dell’ateneo nell’ambito del Consiglio Direttivo sarà il prof. Gianluca Iezzi.

La nuova Unità di Ricerca dell’Università di Chieti-Pescara si occuperà dello sviluppo e caratterizzazione di materiali di interesse tecnologico e in particolare di sistemi per l’accumulo dell’energia e dell’anidride carbonica e di aspetti legati alle georisorse minerarie e applicazioni mineralogico-petrografiche per l'ambiente e i beni culturali.

© 2013-2020 - Consorzio Interuniversitario Nazionale per la Scienza e Tecnologia dei Materiali