Regione Piemonte: pubblicato un bando a sportello riservata a programmi di investimento

La Regione Piemonte ha pubblicato un bando a sportello riservata a programmi di investimento:

  • finalizzati all’industrializzazione dei risultati di attività qualificate di ricerca e sviluppo già almeno parzialmente acquisiti (brevetti, licenze, progetti, commesse a centri di ricerca, pubblicazioni, etc.), attraverso cui si dia compimento all’intero ciclo dell’innovazione;
  • rilevanti in termini sia di dimensione (importo complessivo delle spese ammissibili non inferiore a € 5 milioni) sia di impatto (tecnologico/industriale/economico) per le imprese proponenti e/o per il territorio;
  • che si concentrino sulla sperimentazione di risultati strategici e di assoluto rilievo innovativo per le aziende proponenti e/o per il mercato di riferimento;
  • che garantiscano la preponderanza e/o la congrua presenza di attività ad uno stadio di sviluppo avanzato, con sostegno prioritario alle fasi di pre-industrializzazione e pre-commercializzazione.

Possono accedere al Bando e richiedere l’agevolazione singole imprese di qualunque dimensione o raggruppamenti di aggregazioni di piccole e medie imprese, grandi imprese e organismi di ricerca.

La forma preponderante attesa di partecipazione degli organismi di ricerca è quella (ma non solo) di “fornitore di ricerca contrattuale” con intensità diverse:

  • ricerca industriale e sviluppo sperimentale/dimostratore 60% di contributo alla spesa: in caso di partecipazione come co-proponenti su richiesta del titolare del progetto (impresa capofila);
  • ricerca industriale 45% di contributo alla spesa; sviluppo sperimentale/dimostratore 35%: in caso di partecipazione come fornitore di ricerca contrattuale.

Alla data di presentazione della domanda, i soggetti proponenti devono soddisfare il requisito che la sede destinataria dell’investimento/attività di R&S risulti attiva e operativa sul territorio della regione Piemonte. Potranno altresì beneficiare delle agevolazioni del presente Bando, entro il limite massimo del 15% delle spese totali ammissibili, soggetti al di fuori del territorio piemontese.

Le domande devono riguardare programmi di attività di importo complessivo delle spese e dei costi ammissibili non inferiori a 5 milioni di euro. Le agevolazioni del bando sono previste entro il limite massimo di 10 milioni di euro per singolo progetto. Gli aiuti sono concessi in forma di aiuto non rimborsabile.

Info e bando al sito della Regione Piemonte.

© 2013 - Consorzio Interuniversitario Nazionale per la Scienza e Tecnologia dei Materiali