L'Accordo con Sincrotrone Trieste SCpA

La collaborazione con Sincrotrone Trieste è di lunga data e risale al 2004. L’Accordo Quadro sottoscritto nel 2011 è stato rinnovato l’ultima volta il 17 aprile del 2014 e si prefigge di promuovere la ricerca e la sperimentazione tecnico-scientifica nelle materie di comune interesse.
Nell’ambito dell’accordo è stato poi stipulato un’intesa supplementare in materia di prevenzione e protezione sui luoghi di lavoro.
In particolare, tra le finalità dell’accordo ci sono:

  • eseguire attività di ricerca scientifica di base e applicativa, di formazione e diffusione della cultura scientifica nei campi della scienza e tecnologia dei materiali che prevedano l’utilizzo della luce di sincrotrone
  • sviluppare progetti congiunti tesi a ottenere finanziamenti da parte di fonti pubbliche o private, regionali, nazionali o internazionali
  • sostenere le attività scientifiche degli enti nell’utilizzo di grandi apparecchiature nazionali e internazionali per progetti comuni
  • promuovere, con borse di studio e di ricerca, l’attivazione di contratti a termine o collaborazioni a progetto, la mobilità e la formazione di esperti sia per la ricerca di base sia per gli sviluppi tecnologici e applicativi della scienza e tecnologia dei materiali

Nel 2012 è stata anche istituita una Unità di Ricerca INSTM presso la Sincrotrone Trieste, denominata “UdR INSTM Trieste-ST”. La convenzione operativa che regola la sua creazione allinea la durata dell’UdR a quella dell’accordo quadro (ovvero fino al 16 febbraio 2019), fatta salva la possibilità di proroga scritta del medesimo.

© 2013 - Consorzio Interuniversitario Nazionale per la Scienza e Tecnologia dei Materiali